QUANDO E’ GIUSTO FERMARSI

stopChi lo può dire. Il concetto è talmente soggettivo che sarebbe impossibile fissare il giusto tempo per dire stop, finito, ora basta.
Arriva però dentro di noi una sensazione cosi forte ed anche cosi triste che ci fa capire che quel momento per noi è ora giunto, che non abbiamo più voglia di continuare a fare la guerra contro i mulini a vento, che stiamo ormai da troppo tempo cercando di aprire una porta di cui non abbiamo la chiave, ma solo una forcina per tentare di scassinarla ma scassinatori non siamo e quindi…..ci dobbiamo arrendere perché a noi non basta.

Per saperne di più

METEOROPATIA

girasoleIl sole aiuta….inutile negarlo siamo tutti un po’ meteopatici.
Basta guardarsi intorno quando piove o il cielo non promette nulla di buono per rendersi conto che gli sguardi delle persone sono decisamente più spenti o persi in chissà che pensiero preoccupante.
Oggi per esempio, nonostante sia ormai un giornata d’inverno con temperature che si avvicinano allo zero il sole splende in un cielo terso e tutto sembra meno pesante.

Certo non stiamo urlando al miracolo chi è malato resta malato, chi ha problemi di soldi li ha anche oggi e forse più di ieri; chi ha il cuore che palpita per qualcuno e non è ricambiato prova il dolore che domani sarà anche più forte ….ma oggi il sole aiuta.
Penso che possa aiutare i nostri pensieri veicolandoli verso nuove speranze…magari vane, ma pur sempre speranze.
Quando tramonterà ci riporterà tutti i pensieri i problemi e le malinconie ma ora è li che brilla splendente nel cielo e ci irradia di energia.

Per saperne di più

SI APRE IL SIPARIO …..

siparioecco come mi immaginavo...... Si pare il sipario.
Una sola poltrona di pelle rossa in mezzo al palcoscenico illuminata da un occhio di bue. Io sono seduta sola davanti ad un'immensa platea buia, ma non vuota, so che siete lì e che presto si accenderanno le luci di questo Teatro virtuale ed impareremo a conoscerci.
Troveremo punti e spunti comuni e questo fil rouge saranno i libri e la lettura....lo scrivere solo per il piacere di farlo, di confrontarci e scambiare impressioni, titoli e forse anche di più come sentimenti e stati d'animo.
Per ora vi lascio decidere se vale la pena di incontrarci in questo nostro teatro.....non solo un nome, il mio, ma....tanti i vostri!!!
Vi aspetto

SCARPE

scarpeVi è mai capitato di vedere un paio di scarpe ( faccio questo esempio perché io le adoro ma l’oggetto del pretendere può essere qualsiasi cosa ), dire le voglio le voglio fortemente le voglio, fare i salti mortali per averle e poi, una volta comprate, dite : “ e ora, belle ma? ” e vi accorgete che tutto il desiderio e l’entusiasmo che avevate finisce nel momento in cui uscite dal negozio con il sacchetto in mano?

Per saperne di più

GIORNATE SI

images-2Poi ci sono quelle mattine che ti svegli e un raggio di sole che filtra dalla finestra ti accarezza il viso. Sono quelle mattine dove non riesce ad avere pensieri negativi, quelle mattine in cui qualcosa che non sai che cos'è riesce a regalarti quella sensazione di gioia nel cuore. E' la voglia di vita, la voglia di fare, la voglia di ricevere qualcosa di nuovo, semplicemente la voglia di qualcosa… Questo è qualcosa che non sai se ti arriverà, da chi  ti arriverà...

Per saperne di più

SCRITTE SUI MURI

Tropea - scalinata Belvedere Estate 2016

Non potevo che iniziare con un graffito in cui mi sono imbattuta quest'estate...che porta il mio nome. Ovviamente non dedicato a me ma mi ha fatto sorridere ogni giorno per ben 21 giorni quando salivo la scalinata che dalle spiagge di Tropea (RC) si arrivava alla piazza del  Belvedere. Il pensiero che un ragazzo avesse avuto bisogno di esternare in modo forse eccessivo e non proprio nei termini di legge il suo amore per questa Gio (vanna) mi ha commosso e mi ha fatto riflettere quando a volte le parole non bastino e forse nemmeno i regali. Magari "socialmente non corretto" ma un modo per rendere il piu' eterno possibile il sentimento di un cuore innamorato..

Evviva quindi il grafomane anonimo!

 

VIVERE IL MOMENTO

VIVERE IL MOMENTO

foto-loveCi sono quelle giornate che iniziano così. Suona la sveglia e il tuo primo pensiero è qualcosa che già sai che ti accompagnerà per tutta la giornata. E’ il famoso ultimo pensiero della sera precedente ed il primo quando ti svegli. E’ il pensiero di quella persona, proprio lei che non è con te, che non è “tua” e che forse a te nemmeno pensa che ti fa mancare l’aria. Allora ti alzi e fai tutti quei piccoli gesti che quotidianamente segnano l’inizio di altre giornate simili che sono state gioiose, allegre dense di significato.

Per saperne di più